Il 2018 per Donnafugata si apre nel modo più dolce possibile. Il famoso Ben Ryè della cantina siciliana su colloca al primo posto dei migliori vini dolci italiani in assoluto con un punteggio di 99/100.

Non è una novità per Donnafugata produrre vini dalla qualità eccelsa, e questo premio non sorprende più di tanto il pubblico.

In questo caso si tratta del Ben Ryè 2015; vino ottenuto da uve zibibbo, da viti coltivate ad alberello, facente parte della denominazione Passito di Pantelleria D.O.C.. Le uve, raccolte manualmente, sono sottoposte ad appassimento naturale al sole per un minimo di tre settimane per aumentare ulteriormente la concentrazione zuccherina e gli aromi negli acini.

Questo grandissimo passito alla vista si presenta di un colore Ambra brillante mentre, al naso, offre un bouquet fragrante e complesso dove al profumo di albicocca fresca e note di scorza d’arancia, si uniscono sentori di rosmarino e timo.

Al palato è strabiliante: sorprende per la sua freschezza e l’intensità; la dolcezza è ben bilanciata da un’ottima mineralità e sapidità che esplodono in bocca al momento giusto.

Un capolavoro enologico che pizzica in maniera delicata e precisa tutti i sensi. Accompagna meravigliosamente formaggi erborinati, foie gras e pasticceria secca. Ed è straordinario da solo, come vino da meditazione.

Un vino elegante che, non a caso, risulta essere uno dei più consumati ed amati dai wine lovers mondiali.