“Mal che vada ci prendiamo una pizza” non è più un modo di dire spesso coerente con l’offerta che il mercato delle pizzerie – d’asporto e non solo – mette a disposizione. In questi ultimi anni si infatti è potuto assistere a un veloce processo di professionalizzazione del settore pizzeria. Meno improvvisazione e più studio per garantire una proposta di qualità, al giusto prezzo. Senza compromessi.

Ad Albano Sant’Alessandro ha aperto da pochissimi giorni PizzaLAB, una pizzeria d’asporto, con qualche tavolo, che ha scelto di partire dalla formazione. Questo è proprio l’elemento chiave che ha permesso a Edoardo Ceroni, con la moglie Cristiana e al pizzaiolo Diego Martinelli di compiere scelte ben precise riguardo la scelta delle farine da utilizzare, dei condimenti e delle attrezzature. Un mix che regala come risultato una pizza classica italiana che ne merita l’assaggio: cornicione ben sviluppato, equilibrio nel condimento, materie prime di qualità, cottura ottimale (grazie all’utilizzo di un forno elettrico, in grado di mantenere la temperatura sempre costante).

Un progetto prima che un’attività. Con solidi obiettivi e la vera volontà di raggiungerli.

Diego Martinelli con Edoardo Ceroni

“Sono cresciuto con i miei zii – racconta Diego, il pizzaiolo – che mi hanno formato all’arte della pizzeria napoletana. Ho gestito diverse pizzerie, ma questa è la prima volta che mi ci metto in prima persona nell’apertura di un locale di mia proprietà. Preparo io, nel limite del possibile, alcuni ingredienti per il condimento, le salse e le emulsioni. Abbiamo scelto di utilizzare solo lievito madre, mozzarella fior di latte e altri prodotti di origine italiana, ad esclusione delle acciughe del Cantabrico, naturalmente spagnole”.

Una partnership interessante è quella con la vicina gelateria Il dolce Freddo, di proprietà da ormai 25 anni di Edoardo e Cristiana.

La pizza calssica

La pizza scrocchiarella

La proposta è ricca, dalle classiche, fino alle gourmet, disponibili sia con l’impasto classico, con l’impasto a base di farina Nostrano e con l’ormai celebre Scrocchiarella, una pizza in pala assolutamente… croccante.

Da assaggiare, tra le gourmet, la pizza Federica (disponibile anche in versione Scrocchiarella), condita con pomodoro confit, stracciatella di Andria a base di latte vaccino, gambero rosso di Mazara del Vallo ed emulsione di basilico. Equilibrio, leggerezza e assoluta piacevolezza.

Ma per i tifosi atalantini, la pizza Dea è quello che ci vuole, a base di soli ingredienti bergamaschi (a parte il pomodoro pelato): pomodoro, mozzarella fiordilatte di Seriate, salame nostrano, Taleggio DOP di malga e polenta.

 

La pizza Federica in versione scrocchiarella

Anche gli amanti del classico troveranno soddisfazione, dal momento che la proposta prevede anche i condimenti tradizionali, ma con una marcia in più! Una lista non troppo ampia, a garanzia della freschezza delle materie prime e della cura nella loro selezione.

La pizzeria si trova in via Cavour 6 ad Albano Sant’Alessandro.

 

Foto di La.Ma Studio – Food Specialist