Tra la fine di maggio e l’inizio di giugno le ciliegie iniziano a maturare. Piccoli frutti, molto golosi che non smetteresti più di mangiare. Ricordo che da bambina ne facevo incetta direttamente dalla pianta di nonno Mario: ogni anno, si riempiva di frutta dolce. La raccolta avveniva con l’aiuto di una scala e di un piccolo gancio di ferro per avvicinare i rami, ma facendo una scrupolosa attenzione nel non rompere o rovinare le parti vegetali.

Oggi il ciliegio è sempre meno presente nei nostri giardini, ma la nostra voglia di passare un pomeriggio spensierato a raccogliere le perle rosse può essere comunque colmata. Si chiama infatti pick your own la possibilità di raccogliere con metodo fai da te la frutta dalla pianta. Una vera e propria tendenza che in questi anni ha spopolato anche in Italia. Sono molte le aziende agricole che hanno deciso di dare questa possibilità: dalle orticole, alla frutta, alle erbe officinali e i fiori. Basta effettuare una piccola ricerca sul web per scoprire pian piano questo magico mondo.

Ma perchè è diventata una pratica così comune?

Noi consumatori possiamo scegliere la frutta che più ci piace, staccandola direttamente dalla pianta a garanzia di estrema freschezza, avendo anche la possibilità di fare una divertente e inusuale esperienza. Unica regola, non rompere le piante e non rovinare l’impianto. Per l’agricoltore, vi è la possibilità di risparmiare sulla manodopera, commercializzando direttamente il prodotto.

Un’occasione anche per toccare con mano ciò che la natura ci offre. Quindi, rimbocchiamoci le maniche e andiamo in campagna!

Ecco alcune aziende bergamasche che offrono la possibilità di raccogliere le ciliegie con il pick your own

Sono diverse le aziende agricole che permettono di effettuare questa esperienza in provincia di Bergamo per la raccolta delle ciliegie. A Bolgare, l’ormai storico frutteto Micheletti, nato grazie alla passione di Romano per la frutticoltura, oggi è un’azienda strutturata che coltiva diverse referenze. Sul sito web hanno annunciato la prossima apertura dellla raccolta, che comunicheranno con precisione sui loro canali social (Agricola IL FRUTTETO). La prima saràla varietà Bigarreau Burlat, una varietà precoce che si presenta con la tipica forma a cuore.

Sito web agricola il frutteto

E poi, la cooperativa agricola Castel Cerreto, sita nell’omonima località, alle porte di Treviglio. Già da questo fine settimana sarà possibile raccogliere le ciliegie coltivate con metodi biologici dalle ore 9.00 del venerdì fino alle ore 18.30 della domenica. Anche qui, il consiglio è quello di seguire l’evoluzione degli appuntamenti e della maturazione sulla pagina Facebook aziendale.

Sito web cooperativa agricola Castel Cerreto

Anche l’azienda agricola Fior di frutta coltiva ciliegie in quel di Gorle, in una zona già meta di passeggiate, in un’ansa creata dal fiume Serio. Un progetto molto interessante, con un frutteto di circa 20 ettari: una parte di questi è ospita diverse decine di varietà di ciliegio raccolte esclusivamente con il metodo pick your own. Maturazioni e aperture è possibile seguirle sulla pagina Facebook e sul sito web dell’azienda.

Sito web Agricola Fior di Frutta

Infine, ma non per minore importanza, l’Azienda Agricola Sant’Anna del giovane Matteo Locatelli. I frutteti dediti alla coltivazione delle ciliegie sono due: uno a Valbrembo e uno ad Astino, alle porte della città di Bergamo. Il frutteto quest’anno aprirà sabato 29 maggio e proseguiranno per i tre fine settimana successivi. Per tutte le informazioni, basta visitare la pagina Facebook aziendale oppure visitare il sito web dove troverete anche il regolamento per l’accesso ai frutteti e per la raccolta.

Sito web Agricola Sant’Anna

Foto: Agricola Il Frutteto