Chiamatela novità, chiamatela innovazione, chiamatela come vi pare. Quel che è certo è che Legù potrebbe cambiare la vita di tanti. Perché l’invenzione firmata Monica Neri ha davvero qualcosa di rivoluzionario e speciale che – chi più, chi meno – interessa un po’ tutti: con la sua farina viene infatti prodotto il primo tipo di pasta al mondo fatto con legumi, povero di carboidrati, naturale al 100% e lavorato artigianalmente.

La giovane imprenditrice di Albizzate (nella provincia di Varese) nel dicembre 2015 ha lanciato con l’azienda ITineri il nuovo alimento che a tutti gli effetti può essere considerato “l’anti-pasta” per eccellenza. Una vera e propria rivoluzione che si colloca nel solco delle nuove tendenze alimentari salutiste alle quali si sono avvicinati tanti, tantissimi italiani negli ultimi anni.

La novità è davvero qualcosa di unico nel suo genere perché riesce a sposare i valori nutritivi – importantissimi – dei legumi al grande piacere tutto italiano della pasta.

All’assaggio la novità di Legù ha un sapore piuttosto impegnativo ma piacevole. Il segreto è l’abbinamento: andrebbe evitato il pomodoro (l’acidità non si sposa affatto con i legumi), Monica questa pasta speciale l’ha accompagnata con un trito di sedano, carota, cipolla e un piccolo pezzetto di zenzero, salmone fresco, mozzarella di bufala e una bella macinata di pepe nero, risottata con del brodo vegetale per 3-4 minuti. Un grande piatto.

Deliziosi anche la focaccia, le pizzette e i dolci preparati con la farina di Legù.

La “pasta non pasta” risottata con salmone e bufala

Crostatina alla frutta secca

Muffin con farina di Legù

Il grande risultato c’è ed è sotto agli occhi di tutti, eppure il percorso di Monica è stato tutt’altro che facile: “Ho fatto tanti tentativi prima di arrivare al prodotto finale che oggi vendo – spiega la titolare, che ha coinvolto nel progetto anche la sorella Elisa -. Sono partita con l’amaranto, poi sono passata alla quinoa e infine sono arrivata ai legumi, che mi hanno dato i risultati migliori. Quando ho capito di aver trovato la direzione giusta? Quando ho visto che c’erano tutti i riscontri scientifici che mi davano ragione”.

Quella che è stata definita “l’anti-pasta” ha già un record tutto suo: è la pasta di legumi con meno carboidrati al mondo, quindi adatta a chi è attento alla linea ma vuole alimentarsi in modo più sano. Una porzione di 60 grammi contiene infatti solo 26 grammi di carboidrati. La stessa porzione di pasta di grano duro ne contiene circa 40, ovvero quasi il doppio. In più, essendo fatta soltanto con farina di legumi, è una fonte naturale di proteine vegetali e ne contiene il doppio rispetto alla pasta tradizionale. Infine Legù è anche il mix di legumi con tempi di cottura record. Questo vuol dire che ogni volta che non si dovranno più mettere a bagno i legumi e cuocerli per ore.

Monica Neri ai fornelli nel suo laboratorio

E non è finita qua. Perché tra le altre caratteristiche Legù è anche senza additivi, ricca di fibre e sali minerali e senza glutine. In più, è trafilata al bronzo ed essiccata a bassa temperatura, artigianale.

Prestando attenzione alle esigenze alimentari è adatta proprio a tutti: ai diabetici essendo povera di carboidrati, agli sportivi per le sue numerose proteine e anche ai vegani perché priva di qualsiasi traccia di origine animale.

I paccheri Legù

Nelle sue tre ricette (“Non È Pasta”, “4Legumi” e “Bio”), è disponibile in diversi formati (fusilli, paccheri, gigli, intrecci, rustici, lasagne e tagliatelle) anche per i più piccoli (chicche e sorrisi). Oltre alla pasta troviamo la farina ideale per torte salate, pizze, dolci e Legù Snack, sottili chips di soli legumi, non fritte.

Dove trovare i prodotti? Tra gli scaffali dei prodotti per celiaci, nei negozi specializzati nel bio, ma anche all’Esselunga o da Eataly; mentre all’estero: New York, Miami, Australia e Gran Bretagna.