Puristi della tradizione nostrana e amanti di salumi e insaccati state tranquilli: il salame vegano fatto di sola insalata non esiste.

Forse non esisterà mai, oppure un giorno qualcuno lo inventerà per davvero. Ma per ora non potrà arrivare sulle nostre tavole perché la foto del primo salame veg – ribattezzato “insalame” – circolata nei giorni scorsi in rete è una vera e propria bufala. Nulla di più.

“A base di cicoria, lattuga, rucola, scarola, radicchio, valeriana, tarassaco e aglio”, recita la nota che accompagna la foto del fantomatico insaccato privo di carne. Che prosegue: “Il grasso è ottenuto dalla centrifugazione di pregiati oli vegetali e burro di nocciole salato. Si può avere con o senza pepe. La pelle viene ricavata con un opportuno trattamento delle foglie di mais”.

Niente carne o prodotti di origine animale ma solo ingredienti vegetali, insomma, per questo prodotto che arriverebbe dalle Marche con furore.

Ma nulla di tutto ciò è vero.

La foto altro non è che il ritocco dello scatto di un comunissimo salame felino – probabilmente emiliano – già presente in rete da tempo: le classiche tonalità rosso scuro dell’insaccato vero sono state cambiate e fatte diventare verdi.

Il fotomontaggio è poi stato pubblicato su Facebook e in poche ore, come spesso accade per post così, è diventato virale grazie a migliaia di like e di condivisioni.

A svelare la bufala è stato il sito SeRemaIlRagno.com, che ha mostrato la vera foto del vero salame per certificare la modifica creata ad arte (ma neanche troppo) dai burloni che per qualche giorno hanno fatto credere a qualcuno che il salame vegano fosse realtà.