Il 19 marzo Gualtiero Marchesi avrebbe compiuto 88 anni. Per ricordare la figura del Maestro della cucina italiana, scomparso lo scorso 26 dicembre, nelle sale cinematografiche il 20 e il 21 marzo sarà proiettato il film documentario The Great Italian che ripercorre i momenti fondamentali della sua vita.

Il film, distribuito da Twelve Entertainment, è stato realizzato dal regista Maurizio Gigola. La produzione anglo-italiana è firmata Food & Media International, in collaborazione con la Fondazione Gualtiero Marchesi.

La pellicola era stata presentata in anteprima all’ultima edizione del Festival del cinema di Cannes.

Il risotto oro e zafferano di Marchesi

Il film ricostruisce i passaggi fondamentali della vita e del pensiero dell’uomo che ha innovato la cucina italiana, portandola ai vertici della gastronomia internazionale.

Il racconto parte dai lontani anni Trenta quando la famiglia Marchesi, originaria di San Zenone di Pavia, gestiva l’Albergo Mercato di Milano. Dopo il periodo giovanile Marchesi inizia una serie di viaggi di formazione e apprendistato in giro per il mondo, in particolare in Francia. Infine, il ritorno a Milano negli anni Settanta e la nascita del suo ristorante in via Bonvesin de la Riva, il primo nel nostro Paese ad ottenere nel 1985, le tre stelle Michelin.

Lo chef Marchesi avrebbe compiuto 88 anni il 19 marzo

Numerose le testimonianze di grandi chef italiani e internazionali che hanno avuto rapporti con Marchesi e che lasciano un ricordo all’interno del film: Pierre e Michel Troisgros, Alain Ducasse, Marc Haeberlin, Yannick Alleno. A questi si aggiungono le testimonianze di molti chef italiani, alcuni dei quali si sono formati proprio nelle cucine di Marchesi che per altro dava grande importanza proprio alla formazione delle nuove generazioni: Andrea Berton, Massimo Bottura, Simone Cantafio, Daniel Canzian, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Alfio Ghezzi, Ernst Knam, Pietro Leeman, Paolo Lopriore, Davide Oldani.

Naturalmente non mancano neppure gli aneddoti dei grandi protagonisti della ristorazione italiana come Eugenio Medagliani, Giorgio Pinchiorri, Arrigo Cipriani, Carlo Petrini e altri.