Anche se “d’aprile non ti scoprire” è anche vero che, ormai, non vediamo tutti l’ora di liberarci di maglioni e giubbotti, abbandonare divano e copertina e dare il benvenuto alla primavera con delle sane camminate. E, perché no, di depurarci da tutte le tossine e dai grassi accumulati durante l’inverno.

In questo compito, aprile ci dà una mano donandoci verdura e frutta molto utile ad affrontare questo cambio di stagione ed a rafforzare le nostre difese immunitarie.

Ecco la lista di tutto ciò che troveremo questo mese sui banchi dell’ortofrutta.

Aglio – Apriamo la lista della verdura con la ‘farmacia’ per eccellenza. L’aglio è infatti uno scrigno di benefici e proprietà curative ed è spesso usato come antibiotico naturale. Previene l’influenza e il raffreddore, combatte il colesterolo ‘cattivo’, aiuta la digestione, è utile per le infezioni croniche come la candida e si dice anche che abbia proprietà afrodisiache (magari evitiamolo giusto prima di un incontro galante…).

Asparagi – Sono senz’altro noti per le loro proprietà diuretiche, aiutano infatti contro i problemi di ritenzione idrica. Sono sconsigliati però a chi soffre ad esempio di cistite, appunto per il loro alto apporto di acidi urici che potrebbero aggravare la situazione. Sono anche ipocalorici e contengono un buon quantitativo di minerali.

Barbabietole – Non adatte per chi soffre di diabete perché ricche di zuccheri ma senz’altro utilissime per chi è convalescente perché cariche di sali minerali, in particolare di ferro, potassio e sodio. Inoltre, contengono vitamine del gruppo B e sono adatte a combattere ipertensione e anemia, soprattutto sottoforma di succo.

Finocchi – Utili a fine pasto per le loro proprietà digestive, sono un ottimo alleato anche contro la formazione di gas intestinale. Sono note anche le sue proprietà depurative, soprattutto a livello di fegato e sangue e contengono inoltre numerose vitamine, oltre ad essere ipocalorici.

Carote – Le conosciamo soprattutto per la ricchezza di caroteni, utili per la produzione della vitamina A, importante per la vista. Mi raccomando, se vi capita di acquistarle con il ciuffo d’erba, staccatelo prima di riporle in frigorifero perché vi ruberà tutte le vitamine presenti nella radice per sopravvivere.

Broccoli – Sono un patrimonio di sali minerali, di fibre e di vitamine, in particolare C, B1 e B2. Inoltre, il sulforafano presente in quantità è in grado di prevenire la crescita di cellule cancerogene e il tumore a intestino, polmoni e seno. Sono considerati depurativi per il loro effetto diuretico che elimina le scorie.

Ravanelli – Ci faranno compagnia fino a settembre nelle nostre insalate nei giorni più caldi dell’anno. I ravanelli sono infatti altamente consigliati nelle diete ipocaloriche, sono diuretici, depurativi e rinfrescanti! Colorate un po’ quelle lattughine, vedrete che bontà.

Cime di rapa – Alzi la mano chi non le ha mai mangiate con le orecchiette! Anche se considerati al top nel periodo invernale, al nord si possono trovare fino a maggio. Ottime durante la gravidanza per l’alto apporto di acido folico. Sono inoltre ricche di Sali minerali, vitamine e ferro.

Carciofi – ‘Aprile carciofaio, maggio ciliegiaio’. Anche questo detto ci aiuta a ricordare che sulle nostre tavole sarà l’ultimo mese per i carciofi, che ritroveremo a novembre. Dopo aver tolto le brattee esterne più dure, tutto se ne mangia, consci del loro valido aiuto nel combattere la ritenzione idrica e nel proteggere il fegato. Sono inoltre ricchi di fibre e di Sali minerali.

Porri – Soprattutto da crudi, hanno notevoli proprietà diuretiche e antiossidanti. Si possono considerare cugini delle cipolle in rapporto ai Sali minerali e alle vitamine presenti, e sono per di più apprezzati dal sistema cardiovascolare e circolatorio grazie alla funzione di impedire la formazione di colesterolo ‘cattivo’. Affrettatevi perché, come i carciofi, sono di stagione ancora solo per questo mese!

Cavoli (cavolfiori, cavoli cappuccio, cavoli verza, cavolini di Bruxelles) – Che cavolo si cucina adesso? Di sicuro in comune, oltre all’appartenenza alla stessa famiglia delle Brassicacee, hanno un buon apporto di vitamina C, acido folico e potassio. In particolare, i cavolini (o cavoletti) di Bruxelles contengono anche vitamina E in quantità. Sono un must nelle diete ipocaloriche grazie al loro alto indice di sazietà. Scegliete voi di quale varietà abbuffarvi e fate in fretta, tra poco non saranno più così freschi!

Oltre a tutte queste belle verdure, ci teniamo a ricordare anche i sempreverdi piselli, la lattuga, lo scalogno, le patate, il sedano, che si possono trovare facilmente tutto l’anno. Salutiamo a malincuore gli spinaci e diamo il benvenuto anche ai meno utilizzati nelle nostre cucine (ma non per questo meno importanti) il luppolo, il crescione, le erbette, il rabarbaro e l’ortica.

Articolo di Nicole Valenzano