Tra il Lago di Garda e il Lago d’Iseo, il cibo è in mezzo…

Oggi vi portiamo alla scoperta di un progetto di “food experience” che si chiama appunto “Cibo di Mezzo”, un’iniziativa di gruppo di ristoratori del territorio bresciano affini per proposta, cultura, visione, volta a sostenere il buon cibo e le scelte sul territorio.

Scelte testimoniate e supportate da produttori selezionati, che diventano partner e sostenitori di proposte precise, spesso uniche, consapevoli e sostenibili.

Al centro del progetto, quindi nel mezzo, il cibo.

Per produrlo, sceglierlo, cucinarlo servono persone che applichino, ciascuna con la propria competenza e sensibilità, strumenti e metodi. Ed è la condivisione di idee e intenti che forma e raccoglie figure tanto diverse quanto uguali: cibo con un suo preciso valore, senza finzioni o maschere.

Il progetto “Cibo di Mezzo” nasce dal desiderio di un gruppo di ristoratori bresciani, appartenenti alla fascia alta del settore, di far conoscere, comunicare, quanto di valido e unico esista nella provincia di Brescia in campo enogastronomico ed agroalimentare.

Un dialogo tra cuochi, produttori e territorio che trova espressione nella realizzazione di un menu proposto da tutti i ristoranti e che pone al centro i prodotti locali, materie prime sconosciute o poco utilizzate della provincia quali vini, olio extravergine di oliva, prodotti caseari, salumi, prodotti ortofrutticoli, farine. Sino a particolarità come lo zafferano, i pesci essiccati, le bottarghe d’acqua dolce, i mieli di alta montagna, il caviale.

Oltre ai menù creati ad hoc, il progetto prevede scambi tra le varie cucine con serate ed incontri Ci saranno poi scambi a quattro mani.

I ristoranti selezionati, dal territorio del Sebino e del Lago di Garda, aderenti a “Cibo di Mezzo”: Casa Leali, Gaudio, Esplanade, La Speranzina, Aquariva, La Lepre, Gaudio, La Rucola 2.0, L’Osteria H20, Due Colombe, Castello Malvezzi.

Sul sito www.cibodimezzo.it, invece, è possibile trovare tutti i menù.

Cibo di Mezzo, un progetto in divenire che valorizza un patrimonio unico in tema di ristorazione e produzione agroalimentare.