Orobie Ultra-Trail®, seppur giunto solo alla quarta edizione, è già considerato un evento classico di questa disciplina. Tutti gli atleti, anche i molti provenienti dall’estero, hanno confermato nel corso degli anni la bellezza e la tecnicità del suo percorso, che si snoda per ben 140 chilometri, partendo dalle Alpi Orobie e arrivando nel borgo medievale di Città Alta.

Linfa vitale per questo tipo di manifestazioni sono, come sempre, gli sponsor. E pochi altri eventi possono vantare il sostegno prezioso di aziende top nel mondo del food quanto la Orobie Ultra Trail.

Come la pasta biologica di CMP Campagnolo composta da farro, lenticchie e quinoa, e sviluppata appositamente per alimentare gli atleti grazie al suo basso indice glicemico e l’alto contenuto proteico; pasta che sarà utilizzata anche durante la gara e per il pasta-party successivo.

Anche Elav Brewery ha fatto degustare un prodotto pensato appositamente per gli atleti: la sua birra Ultratrail. Si tratta di una Pale Ale dal basso contenuto alcoolico, poco carbonata e con una luppolatura fresca, aromatizzata con zenzero e bacche di goji, che il birrificio indipendente di Comun Nuovo ha realizzato appositamente per Orobie Ultra-Trail.

Prodotti non creati per gli sportivi, ma rappresentativi del territorio sono stati i formaggi Arrigoni e l’acqua di Bracca e Pineta. Arrigoni è un esperto nel veicolare all’estero quanto di meglio la Bergamasca e le sue montagne sanno offrire e nello specifico per ben tre anni i suoi prodotti hanno vinto i World Cheese Awards. Poche presentazioni necessita invece l’acqua di Bracca e Pineta, le cui fonti sgorgano a poca distanza dal percorso di gara, risultando davvero un prodotto a chilometri zero per i ristori.

Nella lista dei npartner legati al food non manca l’angolo caffè affidato all’esperienza decennale di IVS Italia nel portare bevande e snack in ogni ambito e situazione.

Da non dimenticare il progetto a “impatto zero”, con cui Orobie Ultra-Trail® punta a essere il più possibile ecologica, lasciando il territorio come l’ha trovato (se non meglio). Questo sarà reso possibile grazie a Montello: tramite la sua competenza sarà possibile operare una raccolta differenziata perfino nei ristori posti maggiormente in quota.

Sempre grazie al suo interessamento, tutte le tovagliette personalizzate consegnate ai rifugi e utilizzate per il pasta-party sono state realizzate in carta riciclata e tutte le maglie finisher della 140km e della 70km sono state realizzate in cotone bio.

Imprenditoria attenta al territorio e alle sue radici, arte, architettura, eccellenze gastronomiche e panorami immersi nel verde. Un insieme di quanto di più bello Bergamo sa offrire. E un simbolo di tutto quello che Orobie Ultra-Trail® vuole rappresentare, al di là dei soli aspetti sportivi.

 

Foto di Matteo Zanardi